0

Il giorno 22 marzo 2014, giornata mondiale dell’acqua, è stato ufficialmente inaugurato dopo la ristrutturazione lo stabilimento di imbottigliamento dell’Acqua Levico. Questo ci dà modo di mostrare come l’acqua sia una delle più importanti ricchezze del nostro territorio. Levico deve la sua fama proprio all’acqua, quella termale innanzi tutto, che grazie alle sue proprietà uniche in Italia e rare in Europa più di 150 anni fa permise alla nostra città di qualificarsi come centro turistico di grande importanza. Quest’acqua è altamente mineralizzata, solfata, fortemente acida, ferruginosa, cioè ricca di ferro, arsenicale, cioè contenente tracce di arsenico in concentrazioni terapeuticamente efficaci; risulta inoltre ricca di altri metalli quali rame e zinco. La sorgente dell’acqua termale (Acqua Forte) si trova a Vetriolo, a circa 1500 metri di quota.

Nella stessa località, a meno di 800 metri in linea d’aria, sgorga un’altra acqua, dalle proprietà diametralmente opposte: l’Acqua Levico. Questa, al contrario della prima, è un’acqua oligominerale tra le più leggere d’Europa, con un residuo fisso di soli 36 mg/l. Levico Acque ha rinnovato il proprio stabilimento, risalente al 1900, con un intervento architettonico rispettoso nei confronti dell’edificio storico e attento alle esigenze dell’ambiente tramite soluzioni innovative. Di qui il nuovo slogan kunderiano “sostenibile leggerezza” scelto dall’azienda.

I boschi e le rocce di Vetriolo donano alla ridente Levico due acque dalle qualità opposte, ma entrambe di grande valore. Altre sorgenti sgorgano dalla montagna e la loro acqua, confluendo nel Rio Maggiore, va ad alimentare il nostro lago, vero e proprio smeraldo incastonato tra i monti.

L’incontaminata natura montana fa dono a Levico di tutte queste ricchezze che rendono la nostra città unica.

Quindi cosa aspettate? Approfittate delle proprietà curative dell’acqua termale, godetevi le spiagge del nostro lago e assaporate l’Acqua Levico, immersi nel verde dei parchi o dei boschi della nostra splendida città.