ARTE SELLA Posted giugno 9, 2013 | Tags: , , , ,

0

ARTE SELLA è una biennale internazionale di arte contemporanea, nata nel 1986, che si svolge all’aperto nei prati, nei boschi della Val di Sella (comune di Borgo Valsugana). Dal 1996 si è sviluppato lungo una strada forestale sul versante sud del monte Armentera un ideale percorso chiamato ARTENATURA lungo il quale il visitatore può vedere le opere e allo stesso tempo godere delle particolarità ambientali del luogo (diversi tipi di bosco, presenza di rocce, di alberi monumentali…).

La manifestazione si pone non solo come esposizione qualificata di opere d’arte, ma anche e soprattutto come processo creativo: l’opera è seguita giorno per giorno nel suo crescere e l’intervento dell’artista deve esprimere il rapporto con la natura basato sul rispetto, traendo da essa ispirazione e stimolo. Le opere sono generalmente tridimensionali, perché ottenute con sassi, foglie, con rami o tronchi; più raramente sono utilizzati oggetti, materiali o colori artificiali. Alla chiusura della manifestazione molte opere sono abbandonate al degrado e si inseriscono nel ciclo vitale della natura; altre iniziano invece un percorso che le porta nei musei, nelle gallerie d’arte, in vari spazi espositivi in Italia o all’estero.

Da alcuni anni le attività di Arte Sella si sviluppano anche a Malga Costa sempre nella valle di Sella, dove si susseguono in una cornice insolita ma suggestiva, mostre, eventi che hanno ormai connotato questo luogo come vero e proprio spazio espositivo. Nei pressi di malga Costa nel 2001 l’artista Giuliano Mauri ha realizzato per Arte Sella l’opera monumentale chiamata “Cattedrale vegetale”.

Vale la pena, trovandosi in Valsugana, visitare le vicine città di Trento (20 km), che vanta storia e cultura antiche: una visita al Castello del Buonconsiglio è un viaggio nel passato e nella storia dell’arte. Sviluppatosi come edificio fortificato con scopo puramente difensivo, a partire dalla seconda metà del Duecento è stato adibito a residenza del Principe Vescovo di Trento. Accanto al nucleo originario, la Torre d’Augusto e il Palazzo Vecchio, il Principe Vescovo Bernardo Clesio fece erigere dai migliori artisti dell’epoca il Magno Palazzo, una nuova residenza simbolo della cultura rinascimentale e sede di intensa attività politica. Il Castello del Buonconsiglio ospita oggi il Museo Monumenti e Collezioni Provinciali e il Museo Storico in Trento.

Dalla Valsugana a Rovereto (35 km) il passo è breve. Meta indiscussa degli amanti dell’arte moderna , il Mart, Museo di Arte Contemporanea di Trento e Rovereto, è stato inaugurato nel 2002 e si articola su quattro piani. La superficie espositiva è di 6.000 mq. dedicati all’arte del XX e XXI secolo. Al primo piano vengono ospitate le mostre temporanee mentre al secondo è esposta la mostra permanente: ilprezioso patrimonio del Mart è costituito da oltre 7.000 opere tra dipinti, disegni e sculture. Una parte significativa è dedicata al Futurismo e in particolare alla produzione dell’artista Fortunato Depero.